Fusi orari mondiali e mappa dei fusi orari

Fonte: Istituto Nazionale degli Standard e Laboratorio di Fisica della Tecnologia

I fusi orari non divennero necessari negli Stati Uniti finché i treni non resero possibile percorrere centinaia di miglia in un giorno. Fino al 1860 la maggior parte delle città faceva affidamento sul proprio 'sole' locale. tempo, ma questa volta cambiava di circa un minuto per ogni 12 miglia percorse verso est o ovest. Il problema di tenere traccia di oltre 300 ore locali è stato superato stabilendo fusi orari ferroviari. Fino al 1883 la maggior parte delle compagnie ferroviarie si basava su circa 100 fusi orari diversi ma coerenti.



Quell'anno, gli Stati Uniti erano divisi in quattro fusi orari centrati approssimativamente sui meridiani 75, 90, 105 e 120. A mezzogiorno, il 18 novembre 1883, le linee telegrafiche trasmettevano l'ora GMT alle principali città dove le autorità regolavano i loro orologi all'ora propria della loro zona.

Il 1° novembre 1884, la Conferenza Internazionale dei Meridiani di Washington, D.C., applicò la stessa procedura alle zone di tutto il mondo. I 24 meridiani standard, ogni 15 est e ovest dello 0 di Greenwich, in Inghilterra, erano designati come centri delle zone. La linea di data internazionale è stata disegnata per seguire generalmente il meridiano 180 nell'Oceano Pacifico. Poiché alcuni paesi, isole e stati non vogliono essere divisi in più zone, i confini delle zone tendono a spostarsi considerevolmente dalle linee diritte nord-sud.


Misurazione del tempo, fusi orari e linea della data internazionale Calendari Il calendario islamico (Hijri)