Teorie dell'Universo: origini scientifiche dell'Universo

Origini scientifiche dell'universo

Teorie dell'Universo

  • Origini scientifiche dell'universo
  • Bang quel tamburo
  • Un'alternativa al Big Bang
  • L'universo in accelerazione
  • Cosmologia del plasma
  • Il modello standard
  • L'Alfa e l'Omega
  • È fuori controllo
Buchi neri

È successo più di una volta nella storia della scienza che, a causa della fama del contributo, della teoria o della scoperta di un individuo in qualche area della scienza, spingono le loro opinioni su quelle di altri individui meno conosciuti. Ciò accade indipendentemente dalla correttezza della loro spiegazione. Isaac Newton si rifiutò di ascoltare le confutazioni contro alcune delle sue idee, come fecero Neils Bohr e persino Albert Einstein. Da qualche parte lungo la strada, la ricerca della verità nella scienza si perde nella persona che si identifica con la verità delle proprie idee.



Fin dalla storia documentata, ci sono state due serie di idee, credenze, teorie o insegnamenti opposti sull'origine dell'universo. O è esistito eternamente senza inizio né fine, oppure è stato creato ad un certo punto nel tempo e alla fine avrà fine. Nella prima parte abbiamo esaminato le prime visioni culturali, religiose e in qualche modo filosofiche di come ebbe inizio l'universo. Abbiamo anche passato un po' di tempo a esaminare alcune idee sui nostri inizi da un punto di vista religioso e scientifico. In questa sezione faremo una breve escursione attraverso le varie teorie che la scienza ha proposto per spiegare l'origine dell'universo.

c in numeri romani

La teoria di gran lunga più popolare oggi nella scienza è la teoria del big bang, l'idea che l'universo sia nato in un certo punto nel tempo, circa 15-20 miliardi di anni fa. Negli ultimi 25 anni questa teoria si è spostata in prima linea nella cosmologia. Incontrerai alcune delle figure chiave le cui teorie hanno gettato le basi per il big bang. Tuttavia, come vedrai mentre procediamo in questa sezione, questa teoria non è solo un prodotto della scienza, ma anche dei tempi in cui viviamo. E anche se la scienza vorrebbe considerarsi lontana dalle influenze esterne, non può fare a meno di essere influenzata dalle persone che lavorano nel campo.

Il pendolo cosmologico

Costanti universali

Zeitgeist è una parola tedesca che significa letteralmente lo spirito dei tempi. Può anche riferirsi a una tendenza di pensiero e sentimento durante un periodo. Descrive l'umore generale di una cultura o società basata su una o più influenze provenienti dalla scienza, dalla religione, dall'arte, dalla politica o persino dall'economia.

Non credo di doverti ribadire ancora una volta i due modi principali in cui ci si può avvicinare allo studio della cosmologia, sono sicuro che ricordi quali sono. Ai nostri giorni questi due metodi si sono manifestati, e in alcuni casi cristallizzati, in due distinte aree della scienza: la sperimentazione e la teoria matematica. I teorici spesso non hanno nulla a che fare con la sperimentazione effettiva e lo stesso si può dire degli sperimentatori. Ed è questa distinzione che è stata fonte di disaccordo tra i vari gruppi scientifici che hanno avanzato una visione dell'origine dell'universo rispetto a un'altra. Per vedere esattamente di cosa sto parlando, ripercorriamo lo sviluppo della teoria del big bang attraverso le sue varie fasi. Lungo la strada avrai la possibilità di incontrare una teoria opposta ed esaminare alcuni dei motivi per cui il big bang è stato sviluppato in primo luogo.

La scienza come metodologia ama vedere se stessa come un rivelatore della vera natura dell'universo, come una sorta di veggente che può guardare sotto il velo dell'apparenza. Eppure la scienza è praticata da scienziati, esseri umani che portano con sé tutta una serie di predisposizioni, valori e credenze. E come in ogni sezione trasversale della nostra società, alcuni saranno seriamente coinvolti nelle loro posizioni e punti di vista, prendendosi piuttosto sul serio e sostenendo la correttezza delle loro opinioni. Naturalmente, ci sono altrettanti che non prendono questa posizione e cercano di andare oltre ogni attaccamento personale a chi sono ea cosa hanno scoperto.

Costanti universali

Dal nulla è un termine latino che tradotto significa dal nulla. Era un'idea presentata da sant'Agostino che divenne in seguito dottrina della Chiesa. È la sua spiegazione filosofica di come Dio abbia creato tutto dal nulla, che in modo abbastanza interessante può essere applicata anche al big bang. Da dove viene tutto ciò che è contenuto nel big bang e perché è scoppiato in primo luogo?

Gran parte della storia della cosmologia e delle sue teorie sono un riflesso di questi tipi di persone e delle culture in cui vivevano. Spesso la teoria più ampiamente accettata diventa esattamente questo, a causa della forte personalità dietro le idee. E mentre la scienza cerca di rimanere libera dall'influenza delle cose al di fuori di essa, gli scienziati che la praticano sono ancora un prodotto della cultura e dei tempi in cui vivono. In altre parole, in relazione alle teorie della cosmologia, che l'universo sia sempre esistito o sia iniziato con il botto, non può essere separato dall'influenza dello zeitgeist, o spirito dei tempi. Anche se non c'è abbastanza tempo per ripercorrere la storia in dettaglio e mostrarti come il pendolo cosmologico è passato da una teoria all'altra, posso darti uno schema approssimativo e alcuni esempi di alcuni periodi di tempo in cui ciò si è verificato. Ricorda solo che ci sono sempre molti fattori che influiscono sullo sviluppo di un paradigma specifico.

  • Nell'antica Grecia i due concetti fondamentali del metodo empirico (osservazione e applicazione pratica) e deduttivo (teorico e matematico) erano intimamente legati al conflitto tra cittadini liberi e popolo schiavo. Il sistema empirico si sviluppò accanto al libero artigiano e al commerciante, mentre il metodo deduttivo, che può prescindere dall'osservazione e dall'applicazione pratica, sorse con il disprezzo del padrone di schiavi per il lavoro manuale.
  • Il sistema tolemaico fu fortemente influenzato dal metodo deduttivo (teoria e matematica in contrapposizione all'osservazione). Sempre in questo momento, troviamo l'introduzione del tema centrale di oggi in cosmologia, l'origine dell'universo dal nulla. Questa ideologia è stata sviluppata dalle visioni del mondo un po' pessimistiche e autoritarie di due Padri della Chiesa fondatori, Tertulliano e Sant'Agostino. La dottrina della creazione dal nulla serviva come base per un sistema sociale religioso che vedeva il mondo decadere da un inizio perfetto a una fine ignominiosa.
  • Durante l'ascesa della scienza, due concetti centrali della cosmologia medievale furono rovesciati: l'idea di un universo in decadenza, finito nello spazio e nel tempo, e la convinzione che il mondo potesse essere conosciuto attraverso la ragione e l'autorità. Il sistema deduttivo e finito tolemaico fu sostituito dall'universo empirico, eterno e infinito che si stava evolvendo per processi naturali. Era un universo conoscibile mediante l'osservazione e l'esperimento. Il trionfo della scienza fu legato al rovesciamento del sistema feudale, dal quale si sviluppò il lavoro libero e una società di mercanti, artigiani e contadini liberi che mettevano in discussione il potere autoritario religioso, politico ed economico.
  • La visione odierna della cosmologia è molto più vicina ai sistemi di Tolomeo e Agostino rispetto a Galileo e Keplero. L'universo del big bang è un universo finito che alla fine finirà con il grande freddo o il grande scricchiolio (esamineremo entrambe queste teorie in Supersimmetria, Superstringhe e Ologrammi) che come il cosmo medievale è finito nel tempo. L'universo della cosmologia popolare è il prodotto di un singolo evento unico, dissimile da qualsiasi altra cosa che sia mai avvenuta, proprio come l'universo medievale era visto come un prodotto della creazione.

E infine, solo per mostrarti come ciò che ho delineato sopra può essere rivelato nella vita delle persone che vivono in alcuni di quei momenti, ecco alcune citazioni di alcuni personaggi famosi.

Ciò che rende Dio comprensibile è che non può essere compreso.

Tertulliano, c. 200 d.C.

mostra una mappa degli stati uniti

Se non posso ridere in paradiso, non voglio andarci.

Martin Lutero, c. 1460

La religione insegna agli uomini come andare in paradiso, non come vanno i cieli.

Galilei Galileo, c. 1630

La cosa più incomprensibile dell'universo è che è comprensibile.

Albert Einstein, 1935

Più l'universo sembra comprensibile, più sembra anche inutile.

Steven Weinberg, 1977

Ora potremmo essere vicini alla fine della ricerca delle leggi ultime della natura.

convertire 2/3 tazza

Stephen Hawking, 1988

Tratto da The Complete Idiot's Guide to Theories of the Universe 2001 di Gary F. Moring. Tutti i diritti riservati compreso il diritto di riproduzione in tutto o in parte in qualsiasi forma. Usato previo accordo con Alpha Books , un membro del Penguin Group (USA) Inc.

Per ordinare questo libro direttamente dall'editore, visita il sito web di Penguin USA o chiama il numero 1-800-253-6476. Puoi anche acquistare questo libro su Amazon.com e Barnes & Noble .