Sara Teasdale: Luoghi

Luoghi

I posti che amo tornano da me come la musica,
Tacimi e guariscimi quando sono molto stanco;
Vedo i boschi di querce al fiammeggiante di Saxton
In un bagliore cremisi dal gelo appena acceso;
E ho sete di primavera nella valle
Quanto a un bacio non dato e tanto desiderato. Conosco un mondo luminoso di colline innevate a Boonton,
Una luce abbagliante azzurra e bianca su tutto ciò che si vede,
I rami coperti di ghiaccio delle cicute scintillano
Piegandosi in basso e tintinnando nella sottile brezza tagliente,
E i cristalli iridescenti cadono e scoppiettano sulla crosta di neve
Con il sole invernale che disegna fredde ombre azzurre dagli alberi. Violetta ora, in velo su velo di sera
Le colline di fronte a Cromwell crescono sognanti e lontane;
Un tordo di legno canta dolce come una viola
Nel cuore della cavità dove sono le pozze oscure;
La primula ha aperto i suoi fiori giallo pallido
E il paradiso sta illuminando una stella dopo l'altra. I posti che amo tornano da me come la musica?
Nel mezzo dell'oceano, a mezzanotte, le onde ronzano assonnate;
Nel profondo della nave ribolle l'inquietante fosforescenza
È come le anime delle persone annegate in mare,
E posso sentire la voce di un uomo, che parla, sommessa, insistente,
A mezzanotte, in mezzo all'oceano, ora dopo ora per me.
Sara Teasdale: Fiamma e ombra, ricordi Sara Teasdale: Fiamma e ombra, ricordi Sara Teasdale: Old Tunes