Australia aborigena

Storia e cultura delle popolazioni indigene australiane

di Ricco Villanueva Siasoco

Djakapurra Munyarryun suona il didgeridoo nella mostra 'Sea of ​​Hands' a Sydney nel 1998. La mostra era a sostegno del titolo nativo e della riconciliazione degli aborigeni australiani. (Fonte: AP)



Il nome 'aborigeno' deriva dal latino, che significa 'abitanti originari'. Ci sono ca. 400.000 aborigeni che vivono in Australia.

Libri sugli aborigeni e sull'Australia

Il canto di Jimmie Blacksmith
Thomas Keneally

cucchiaini in una tazza

Le Canzoni
Bruce Chatwin

In un paese bruciato dal sole
Bill Bryson

Link correlati

Chi sono gli aborigeni?

Gli aborigeni sono le popolazioni indigene dell'Australia. Le recenti statistiche del governo contavano circa 400.000 aborigeni, ovvero circa il 2% della popolazione totale dell'Australia.

Gli aborigeni australiani sono emigrati da qualche parte in Asia almeno 30.000 anni fa. Sebbene comprendano 500-600 gruppi distinti, gli aborigeni possiedono alcuni legami unificanti. Tra questi ci sono forti credenze spirituali che li legano alla terra; una cultura tribale di narrazione e arte; e, come altre popolazioni indigene, una difficile storia coloniale.

'Il tempo del sogno'

La spiritualità aborigena implica una stretta relazione tra l'uomo e la terra. Gli aborigeni chiamano l'inizio del mondo 'Sogno' o 'Tempo del sogno'. Nel 'Dreamtime', gli aborigeni 'Ancestors' sorsero da sotto la terra per formare varie parti della natura, incluse specie animali, corpi idrici e cielo.

A differenza di altre religioni, tuttavia, le credenze aborigene non collocano la specie umana al di fuori o ad un livello superiore rispetto alla natura. Gli aborigeni credono che alcuni degli Antenati si siano trasformati in natura (come nelle formazioni rocciose o nei fiumi), dove rimangono spiritualmente vivi.

Narrazione, Arte e Didgeridoo

La tradizione orale della narrazione informa la vibrante vita culturale degli aborigeni. Le canzoni illustrano il Dreamtime e altri racconti della terra, mentre danze e diagrammi disegnati sulla sabbia accompagnano i racconti orali.

le mappe del canada

Nel Territorio del Nord , l'arte aborigena comprende sculture, pitture su corteccia e rupestri, cesti e perline. Incisioni rupestri e dipinti si possono trovare in luoghi come Arnhem Land, Ubirr e Nourlangie. Molti aborigeni si guadagnano da vivere vendendo opere d'arte autoctone.

La musica aborigena è spesso riconoscibile per il suo strumento più famoso, il didgeridoo. Uno strumento a fiato tipicamente realizzato in bambù, si estende per circa un metro e mezzo e produce un ronzio basso e vibrante. Gli aborigeni usano il didgeridoo nelle cerimonie formali in occasione di eventi come tramonti, circoncisioni e funerali.

Movimento per i diritti fondiari

Come risultato di forzato assimilazione , verso la fine del 1880 la maggior parte degli aborigeni si era unita alle comunità rurali e urbane bianche. Gli aborigeni furono emarginati economicamente e furono esposti a nuove malattie. La conseguenza fu un massiccio spopolamento ed estinzione di alcune tribù aborigene.

I diritti fondiari e di proprietà hanno alimentato un importante movimento per i diritti civili negli anni '70. Gli aborigeni si sono espressi per la parità di diritti, e in particolare per i diritti fondiari per le proprietà che erano state prese con la forza dai coloni britannici. L'Aboriginal Land Rights Act, approvato nel 1976, divenne strumentale nei territori con associazioni tribali. Gli anni '90 sono stati testimoni di ulteriori pietre miliari dei diritti, compresa la legislazione del governo che ha restituito un grande grado di autonomia e l'aumento dei salari e dei benefici sociali per gli aborigeni.